giovedì 13 giugno 2013

Pollo al curry o per dirla all'inglese Chicken Tikka Masala ..ovviamente alla Biscuter.

L'uso del curry in Inghilterra inizia a diffondersi nella seconda metà del 1700 quando gli inglesi conquistano l'India, ed iniziano ed esportare le piante, le culture indiane e anche alcune ricette.
Dal 1800 il curry si usò a pieno titolo nella cucina inglese. 
Anticamente il curry tostato su un pezzo di pane si chiamava Masala e per questo il pollo al curry in Inghilterra si chiama "Chicken Tikka Masala".










Difficoltà: bassa
Preparazione: 30 min
Cottura: 60/ 70 min


 INGREDIENTI


  • 600/800 gr. di pollo a pezzi (ruspante allevato a terra in modo biologico tagliato a pezzi).
  • 2 peperoni uno giallo e uno rosso
  • 1/2 cipolla bianca
  • 2 spicchi d’aglio
  • 6 cucchiai di olio di oliva extravergin
  • 3 cucchiai di curry in polvere
  • qualche foglia di alloro
  • noce moscata
  • 4 chiodi di garofano
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1  tazza di brodo vegetale.
  • sale qb
  • 2 cucchiai farina "00"

PREPARAZIONE:


Fiammeggia il pollo e taglialo a pezzi mantenendo intatte le cosce e le ali., spellalo e leva le parti troppo grasse e la pelle (potete farvelo preparare anche dal macellaio di fiducia).


Metti la carne in una terrina; lavate i peperoni, togliete i piccioli e i semi e tagliateli a dadini di un centimetro e mezzo. Preparate un battuto non finissimo con la cipolla.











In una padella capiente metti l’olio e aggiungi i due spicchi d’aglio, lasciali soffriggere qualche istante ed aggiungi la carne con l’alloro; fate rosolare la carne a fuoco basso per 15 minuti. 



Salate, pepate e aggiungete un cucchiaio di curry in polvere. Spolverate la carne con della noce moscata, regolate di sale  mescolate (se il liquido dovesse essere poco aggiungete qualche cucchiaio di brodo vegetale) e continuate la cottura con la padella coperta con un coperchio, con la fiamma bassa per altri 10/15 minuti.














Mescolate bene togliete il pollo dalla padella e mettetelo in una terrina.



Sul fondo di cottura della carne, fate rosolare per circa 5/6 minuti la cipolla tritata e i chiodi di garofano a fuoco basso;

aggiungete i peperoni mescolate, saltare i peperoni a fiamma vivace per un paio di minuti, quindi abbassare la fiamma;


unire un pizzico di sale, mezzo cucchiaio di curry coprire e far cuocere per 15-20 minuti a fiamma medio bassa, girando piuttosto spesso con un cucchiaio di legno.


Togliere dalla padella un terzo di peperoni con qualche cucchiaiata del liquido di cottura, mettere il tutto nel bicchiere del tritatutto ed azionarlo per un paio di minuti, nel mentre porre il latte sul fuoco e portare ad ebollizione, versare la farina nella salsa del tritatutto ed azionatelo fino alla formazione di una salsa cremosa e soda, aggiungere a poco a poco il latte caldo all’interno del tritatutto per ammorbidire la crema. Ottenuta una salsa cremosa e vellutata, questa la ributtiamo in padella e mescoliamo i peperoni, aggiungiamo la carne;


 mescoliamo e continuiamo la cottura per altri 5 minuti, a fiamma bassa, aggiungiamo una abbondante spolverata di noce moscata, mezzo cucchiaio di curry, mescoliamo il tutto e serviamo ben caldo.



VINO CONSIGLIATO:

Sauvignon Blanc Val De Loire

Sauvignon Blanc Val De Loire


Note degustative       All’esame visivo si presenta di colore giallo paglierino intenso con sfumature tendenti al verdolino e molto limpido. Al naso è fresco, fragrante con aromi “verdi” e acerbi di peperone seguiti da richiami al fiore di sambuco, acacia, mela, ginestra, pompelmo, e – nel fondo piacevoli accenni di salvia. In bocca è piuttosto equilibrato con un finale netto di sapore di pesca e frutti tropicali.
Abbinamenti Piacevole se consumato come aperitivo lontano dai pasti, è ottimo se abbinato a portate di pesce ( in particolare crostacei) ma anche ottimo con primi leggeri con salsa di pomodoro o presenza di peperone.

Servizio          12°C








LEARENARIE
AlgheroDOC

COLORE: giallo citrino con iniziali leggeri riflessi verdi che virano nel tempo all’oro brillante.
PROFUMO: ampio e continuo, intenso e complesso con richiami all’eccezionale personalità del vitigno con le tipi-che presenze di fico e peperone ed alle componenti derivate dalla lunga fermentazione a freddo.
SAPORE: secco, ricco, con grande nerbo, carattere pieno ed una lunga, persistente reminiscenza del peperone dolce alternata a quella del fico.
TENORE ALCOLICO: 12,5% vol.
COME SI SERVE: alla temperatura di 12 gradi.