mercoledì 26 giugno 2013

Ghiemistà, matecha maamra, tomates rellenos? No!! Pomodori alla romana ripieni di riso.

Generalmente se pensi ad un romano mentre mangia, la mente viaggia sino a trovare quella deliziosa immagine del grandissimo Alberto Sordi mentre mangia gli spaghetti nel celebre film “un americano a Roma”. Ma la cucina romana non è solo pasta, ma anche tante altre prelibatezze tra cui il riso, infatti con il riso vengono creati quella meraviglia e condensato di bontà che sono i supplì al telefono (se fatti bene), gli gnocchi alla romana con semolino di riso, riso e cicoria,  il risotto alle melanzane, il risotto di Shabbat tipico della comunità ebraica romana.

I pomodori al riso è una di quelle ricette “intermediterranee” perché esiste la versione romana, la versione greca (ghiemistà) riso con menta basilico e finocchietto selvatico, la versione marocchina (matecha maamra) con ripieno formato da riso o couscous , con  zucchine, cipolla, aglio, coriandolo e pistacchi, e poi guarnito con ancora altri pistacchi. La versione spagnola (Tomates rellenos) mette assieme la carne di pollo con il prosciutto serrano, il prezzemolo e riso o pangrattato.

Veniamo ai nostri pomodori alla romana ripieni di riso, con patate.







Difficoltà: bassa
Preparazione: 30 min
Cottura: 60 min

INGRDIENTI:


  • Pomodori tondi maturi tipo ramati (non quelli che vi spacciano per pomodori da riso che sono enormi, non hanno sapore e si sfaldano in cottura), i miei erano piccoli e ne ho usati  tre per  porzione
  • Riso "originario"o vialone nano,  2,5 cucchiai per  pomodoro
  • tantissimo basilico
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale


Per le patate

  • Patate, 1 a testa
  • 2 cucchiai d'olio
  • sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE:

Lavare ed asciugare i pomodori, dopo di che tagliare via la calotta . Svuotare i pomodori dalla polpa interna incidendola prima lungo i bordi con un coltello, e scavando poi con un cucchiaio per estrarla, raccogliete in una ciotola il liquido che fuoriesce dai pomodori.
 




Cospargere con un po' di sale l'interno dei pomodori, capovolgerli su un vassoio e lasciare riposare in modo tale che perdano un po' d'acqua.Nel frattempo  aggiungete il sale, l'olio e mescolate bene.





Aggiungere a questo punto il riso alla salsa di pomodoro, aggiungete il basilico fresco spezzettato con le mani e mescolare, lasciare riposare per un paio di ore in frigo in modo tale che il riso inizi ad ammorbidirsi.






Disporre i pomodori svuotati in una teglia leggermente unta, lasciando un po' di spazio tra un pomodoro e l'altro.Farcire i pomodori con il composto, riempiendoli fino al margine, condire con un filo d'olio la superficie e richiuderli con la calottina tagliata all'inizio.





Sbucciare le patate e tagliarle a tocchetti, mettetele in una ciotola. 

Condite le patate il sale e massaggiatele con le mani, aggiungete il pepe e continuate a massaggiare, versate l’olio e fate saltare le patate in modo che tutta la superficie di ciascun pezzo risulti oleato, aggiungere le patate nella teglia dei pomodori andando a riempire i vuoti lasciati ad hoc.

Cuocere il tutto in forno a 200° per 50-60 minuti. Serviteli tiepidi.



VINI CONSIGLIATI:

Antiche Cantine Migliaccio Fieno Bianco
DEGUSTAZIONE
Vino dal colore paglierino chiaro e di componenti minerali complesse. Gradevole al gusto si presenta con notevole sentore salmastro, all’olfatto persistente odore di fieno, ginestra e frutta matura.
 ABBINAMENTO
Accompagna bene antipasti in genere, primi a base di pesce e crostacei, frutti di mare crudi e cotti, secondi di pesce con verdure. Idoneo anche al tutto pasto a base di pesce e verdure.

Temperatura di degustazione di 12 ° C.


CONTINI - Cabras  Vino Nieddera Rosato IGT
coltivato nella bassa valle del fiume Tirso da epoca remota, questo delicato rosato, fresco e vivace, trae le sue caratteristiche di pregio dalle favorevoli condizioni ambientali e da una particolare vinificazione con fermentazione del mosto a temperatura molto bassa.
Colore Rosato tenue, carminio con riflessi violacei  
Profumo Delicato e intenso, fruttato  Sapore Secco, vivace ma equilibrato  
Temperatura di servizio 8-10° C.