mercoledì 18 dicembre 2013

Risotto allo zafferano.

La leggenda narra che durante i lavori alla fabbrica del Duomo: a lavorare alla vetrata di Sant'Elena c'era una squadra di vetrai capeggiata dal mastro vetraio belga Valerio di Fiandra.

Tra i suoi uomini c'era un giovane molto abile addetto alla coloratura,chiamato lo Zafferano perché faceva molto uso di questo colorante naturale. Valerio amava scherzare e diceva che il suo addetto avrebbe messo lo zafferano dappertutto.
Un giorno, quando mastro Valerio diede il banchetto per le nozze di sua figlia, lo Zafferano si mise d'accordo con i cuochi per fare il suo regalo, colorare d'oro il riso da portare a tavola. Fu un tale successo che tutti volevano assaggiare il riso giallo che divenne una vera e propria moda.


Leggenda o no, resta il fatto che nelle sue varianti (Il riso deve essere vialone o carnaroli? sfumare o no col vino?) il risotto allo zafferano è ormai radicato nella tradizione culinaria milanese ed italiana.

Ecco la mia versione di risotto allo zafferano. Preferisco usare il riso Ribe perché si presta molto ad essere lavorato parboiled (dall'inglese partially boiled, parzialmente bollito) è una modalità di trattamento dei chicchi di riso per salvaguardarne il contenuto di vitamine e sali minerali inoltre consente cotture prolungate, quindi utilizzabile anche per i risotti. Veniamo alla ricetta.





INGREDIENTI:


  • 100 gr. Burro
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 lt. Brodo
  • 1 Cipolla bianca
  • 150 gr Grana Padano grattugiato (scelto al posto del parmigiano reggiano perché più neutro come sapore) 
  • 1 pizzico di pistilli di Zafferano di Sardegna DOP di San Gavino Monreale.
  • 350 gr di riso ribe parboiled 





Difficoltà: Facile
Preparazione: 5 min
Cottura: 15 min

PREPARAZIONE:




Prima cosa da avere è un litro di brodo di carne, potete seguire le indicazioni contenute nel post http://lacucinadibiscuter.blogspot.it/2013/12/brodo-di-carne-light-pot-au-feu-cocido.html.

Iniziate tritando finemente la cipolla.


 Ponete 60 gr di burro e fate sciogliere a fuoco lento,quindi aggiungete la cipolla e fatela imbiondire mescolando continuamente con un cucchiaio di legno.


Unite il riso , fatelo tostare rigirandolo bene in modo da far assorbire bene il burro ed amalgamare la cipolla. 


Portate la fiamma del fornello al massimo e bagnate il riso con il vino, fate sfumare bene,


 e aggiungete 2 mestoli di brodo bollente. 

Mescolate in continuazione e, quando questo sarà quasi assorbito, aggiungetene un mestolo alla volta sino alla cottura completa del risotto.


Quando mancano circa 5 minuti alla fine della cottura, sciogliete lo zafferano in un bicchiere di brodo e versatelo nella pentola sul riso mescolate bene in modo da amalgamare il tutto.


Una volta che il riso ha raggiunto la cottura desiderata toglietelo dal fuoco e mantecatelo prima con la parte restante di burro e poi con il formaggio.


Chiudere la pentola con un coperchio per e lasciare riposare il risotto per qualche istante. 
Servite e buon appetito.